Alimentazione

Il modo giusto per congelare la frutta e verdura

Mangiare frutta e verdura tutto l’anno è un gioco da ragazzi, ma non è più facile fare il pieno in estate? Avere la frutta dolce le loro sostanze nutritive nelle stagioni fredde usando un solo uno strumento: il congelatore.

Le regole del congelamento

  • Arrivati alla maturazione: la qualità diminuisce nel tempo, anche una volta congelata, quindi scegli elementi senza imperfezioni al loro apice di maturazione.
  • Imballare: i sacchetti di plastica richiudibili indicati per il congelamento sono la soluzione migliore, poiché sono più robusti e meno soggetti a strappo o fuoriuscite. Se le tue uniche opzioni sono l’involucro di plastica o le opzioni richiudibili standard, raddoppia con più sacchetti per una protezione extra.
  • Togli l’ aria: l’ossigeno è il nemico. Considera un sigillante sottovuoto, che blocca praticamente tutta l’aria, prolungando la durata di conservazione fino a un anno o più; oppure puoi infilare una cannuccia in un angolo del sigillo e aspirare l’aria prima di chiuderla.
  • Scrivi la data: L’elenco e la datazione dei contenuti ti aiuta a riconoscere ciò che sono e ti spinge a prendere prima le cose più vecchie. (Una buona regola: hai da 6 a 12 mesi per usare i prodotti surgelati: se gli alimenti sono coperti di cristalli di ghiaccio o fanno odore, meglio abbandonarli).

Alcuni alimenti sono naturali nel congelatore; altri hanno bisogno di un “aiuto” extra prima del congelamento.

Impacchettali “nudi”:

  • Bacche: rimuovere eventuali steli, quindi congelare intere.
  • Ciliegie: alcuni preferiscono bucare le ciliegie prima di congelarle, ma in realtà è meglio farlo dopo lo scongelamento e prima di consumarle.
  • Mais: le pannocchie e i chicchi possono essere congelati, a patto che li consumi entro un mese o due.
  • Fichi: congelare interi.
  • Pomodori: congelare interi; le bucce scivolano subito dopo lo scongelamento. A corto di spazio? Tagliali a fettine e quindi congelare in sacchetti di plastica

Prepara prima:

  • Peperoni: affettare o tagliare sottili prima di congelarli
  • Cetrioli: affettare o tritare finemente prima di congelare. La texture è compromessa una volta congelata, ma il sapore non lo è, quindi sono ottimi per le bevande, spremute o frullati.
  • Erbe: tritare le erbe e dividerle in una vaschetta del ghiaccio. Completare ogni cubetto con olio d’oliva, in modo da riempire le fessure e far uscire l’aria, quindi congelare. Una volta congelato, trasferirlo in un sacchetto.
  • Meloni: Tagliare i meloni a cubetti o a fette, togliere la crosta, quindi congelarli così.
  • Frutta a nocciolo (albicocche, nettarine, pesche, prugne): affetta i drupacee e rimuovi la fossa. Se stai facendo un frullato, lascia la buccia. Per torte o crostate, sbucciare e affettare prima di congelare.
  • Banane: sbucciatele, quindi congelate intere o tagliate a pezzetti.

Cuocere prima:

Gli enzimi di alcuni frutti e verdure scompaiono se congelati, ma il calore può fermare questo processo.

  • Melanzane: possono essere tagliate a rondelle o tagliate in forme più piccole; arrostirle prima di congelare. Le melanzane cotte possono anche essere frullate e congelate.
  • Fagiolini verdi: prepara i baccelli nel modo in cui probabilmente li utilizzerai, interi o tagliati. Sbollentare, poi congelare; puoi aggiungerli direttamente alla zuppa o ad altre preparazioni tipo contorni.
  • Zucchine / zucca: Tagliare la zucca a rondelle e sbollentare per tre minuti o, per prodotti da forno, grattugiare e cuocere a vapore per uno o due minuti. Poi congelare e impacchettarli per la conservazione.

 

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *