Lifestyle

I musei più strani al mondo

 

Se la parola ‘museo’ evoca pensieri di lunghi corridoi pieni di quello che la gente chiama “cultura”, sarai felice di sapere che il gelato non è il più strano di cui abbiamo sentito parlare – nemmeno vicino! Quindi, senza ulteriori indugi, ti presentiamo alcuni dei musei più strani del pianeta.

MUSEO FALLOLOGICO ISLANDESE – REYKJAVIK, ISLANDA

Se non sei legato al tuo greco, la parola “fallico” si riferisce a tutto ciò che riguarda il “membro”. Quindi sì, il Museo fallologico islandese è dedicato al pene umile. Il museo ospita oltre 215 peni e parti del pene di animali nativi dell’Islanda. La sezione del pene di balene è probabilmente la più estesa. Signore vi preghiamo di fare una fila ordinata!

MUSEO INTERNAZIONALE SULABH DEI SERVIZI IGIENICI – NEW DEHLI, INDIA

Il Sulabh International Museum of Toilets di New Dehli insegna ai visitatori l’intera storia e l’evoluzione dei servizi igienici negli ultimi 4500 anni su questo pianeta. La migliore attrazione si dice che sia il bagno che è camuffato da una libreria.

MUSEO DEL FILATO LUNGO KANSAS – LA CROSSE (KANSAS), USA

Sì, c’è davvero un museo dedicato a tutto ciò che è filo spinato. Il Kansas Barbed Wire Museum presenta oltre 2.400 varietà di materiale ed esplora il ruolo del filo spinato giocato nell’insediamento degli Stati Uniti. Basta non toccarlo, ok?

MUSEO DELLE RELAZIONI FALLITE – ZAGABRIA, CROAZIA

Ora per qualcosa di piuttosto più esistenziale; Il museo delle relazioni spezzate di Zagabria. Questo museo si è evoluto “da una mostra itinerante che ruota intorno al concetto di relazioni fallite e delle loro rovine”. L’idea è di donare degli oggetti dalle relazioni interrotte come “una possibilità di superare un collasso emotivo”.

MUSEO DI TOSAERBA BRITANNICA – SOUTHPORT, INGHILTERRA

Per una giornata all’insegna della classica inglese, qual è il modo migliore di trascorrere il pomeriggio se non visitando il museo inglese del tosaerba. Situato a Southport, il museo ha oltre 300 mostre di macchine da giardino che si estendono negli ultimi 200 anni. C’è anche un tosaerba apparentemente di proprietà del principe Carlo e della principessa Diana.

MUSEO DELLO SHAKER DI SALE E PEPE – GATLINBURG (TENNESSEE), USA

Mentre questo si descrive come un “museo”, è giusto chiamare il Salt and Pepper Museum – situato nel Tennessee – come una stanza con scaffali pieni fino all’orlo di oltre 22.000 set di Andrea Ludden’s collezione personale. Straordinario.

MUSEO DEL PROFILATICO – BANGKOK, TAILANDIA

Essendo uno dei maggiori produttori al mondo di loro, non ci sorprende che la Thailandia e Bangkok siano le sedi dell’illustre Museo del preservativo. Il museo presenta preservativi di ogni epoca passata e ha anche una zona di test sul posto per testare la forza e la durata di ogni guaina profilattica.

MOMOFUKU ANDO INSTANT RAMEN MUSEUM – OSAKA, GIAPPONE

Mentre potremmo avere Pop Noodles qui, i giapponesi hanno Momofuku Ando. E il creatore di Cup Noodles ha un intero museo dedicato alla sua creazione, che ha milioni di studenti universitari che vi si accalcano ogni anno. Oltre al confezionamento in ramen istantaneo e alle pubblicità del passato, il museo ha anche un laboratorio di ramen istantaneo in cui i visitatori possono preparare i loro “freschi” noodles.

MUSEO DELLA CATTIVA ARTE – BROOKLINE (MASSACHUSETTS), USA

Quando si parla di arte – saremo onesti – non abbiamo idea di cosa stiamo parlando. È per questo che amiamo il Museo di Bad Art per nulla intimidatorio. Situato a Brookline, nel Massachusetts, il museo si descrive come “l’unico museo al mondo dedicato alla raccolta, conservazione, esposizione e celebrazione della cattiva arte in tutte le sue forme.”

 

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *