Quali sono i vantaggi dell’epilazione laser

 

 

L’epilazione laser è un metodo di successo per la riduzione dei peli a lungo termine. È un metodo sicuro utilizzato da migliaia di persone per rimuovere e rallentare la crescita dei peli superflui. È importante comprendere i vantaggi e gli svantaggi dell’epilazione laser.

Quali sono i vantaggi dell’epilazione laser?

 Minimi effetti collaterali

Ci sono solo alcuni piccoli effetti collaterali della rimozione dei peli con il laser, e quelli che si verificano tendono a non durare più di qualche giorno.

Costo effettivo

Una volta iniziato il tuo viaggio dell’epilazione laser, non avrai più bisogno di spendere soldi per trattamenti costosi di ceretta, creme depilatorie, rasoi o altri metodi di epilazione. Potrebbe essere più costoso in anticipo, ma per tutta la vita, risparmierai non dovendo più spendere per le altre procedure. Ti farai risparmiare anche molto tempo.

Nessun pelo incarnito

A differenza della ceretta, della filettatura, non dovrai sopportare peli dolorosi e sgradevoli. Né dovrai tollerare scottature o irritazioni da rasoio. L’epilazione laser migliora anche la comparsa dei peli incarniti.

L’epilazione laser è dolorosa?

No, l’epilazione laser non è dolorosa. Potresti riscontrare qualche disagio durante tutto il procedimento – questo è stato descritto da molti come se si stesse spezzando un elastico contro la pelle, ma non dovresti trovarlo doloroso.

L’epilazione laser è sicura sul viso?

L’epilazione laser è sicura per l’uso sui volti delle donne e può avere molto successo. Molte donne che soffrono della sindrome dell’ovaio policistico si rivolgono all’epilazione laser come soluzione per l’irsutismo indotto con grandi risultati. L’epilazione laser può essere utilizzata per il trattamento del viso sotto la linea delle guance, ad esempio il labbro superiore e il mento.

Tuttavia, l’epilazione laser non deve essere utilizzata per trattare aree particolarmente vicine agli occhi, che sono molto sensibili. Per questo motivo, non si dovrebbe usare l’epilazione laser per trattare le sopracciglia. Indipendentemente dall’area del corpo che stai trattando, dovresti sempre indossare un’adeguata protezione per gli occhi e non fissare mai direttamente il raggio.

 

9 cibi che daranno alla tua pelle una luce totalmente naturale

A volte si dice che il migliore amico di una drogata di bellezza è, in effetti, il mercato del contadino. Gli alimenti ricchi di antiossidanti, vitamine e altri nutrienti possono avere effetti sorprendenti e meravigliosi sulla carnagione che, se abbinati alla protezione solare e ad una normale routine di cura della pelle, possono fare molto per dare alla tua pelle quella lucentezza che a volte ti manca.

Frutto di agrumi

Arance, pompelmi, limoni e lime creano un cocktail eccezionale.

La vitamina C aiuta la pelle a produrre collagene levigante, per la cura della pelle. L’assunzione di questa vitamina è un elemento chiave per migliorare la consistenza complessiva della pelle.

Inoltre, la vitamina C è un antiossidante in grado di proteggere dai danni del sole, dalle linee sottili e dall’ iperpigmentazione, afferma. Quindi, dovresti mangiarli e spalmarli sul tuo viso come un siero.

Mirtilli

La loro pigmentazione viola intenso (non blu, in realtà!) allude al loro alto contenuto di antiossidanti, in particolare antociani antitianine e bioflavinoidi che combattono l’infiammazione. Mangiare mirtilli può aiutare a liberare la pelle dalle tossine (come i radicali liberi) dall’interno.

Thè verde

Quando fa caldo, il thè verde rilascia catechine, un tipo di antiossidante con comprovate proprietà anti-infiammatorie e anti-cancro che possono aiutare ad aumentare il flusso di sangue alla pelle, Gli antiossidanti del thè iniziano a deteriorarsi mentre si raffredda, quindi bevilo mentre è caldo.

Olio di cartamo

Gli acidi grassi omega-6 presenti nell’olio di cartamo servono come idratanti ultra-ricchi. E l’olio di cartamo è un emolliente naturale, il che significa che fornisce una barriera per mantenere l’umidità e può aiutare la pelle a guarire, un’ottima notizia se hai la pelle secca. Uno studio del 2018 ha dimostrato che ha anche alcuni effetti anti-infiammatori.

Brodo di ossa

Le celebrità e gli influencer che scambiano il caffè del mattino con il brodo di ossa potrebbero essere su qualcosa, dato che è super-ricco di collagene, la proteina più abbondante nel corpo, che si trova nella pelle, nelle ossa, nei muscoli e nei tendini.

E mentre il collagene che si mangia non si trasforma in collagene diretto nella pelle, un piccolo studio ha scoperto che consumare collagene può effettivamente aumentare l’elasticità e l’idratazione della pelle, aiutando la pelle a sembrare più sana e più elastica.

Spinaci

La vitamina E e il contenuto di beta-carotene dei spinaci proteggono le cellule della pelle dai danni dei radicali liberi (che possono causare tumori della pelle e segni di invecchiamento come iperpigmentazione e rughe).

Patate dolci

Come le arance, anche le patate dolci sono cariche di vitamina C, che levigano le rughe. Il loro alto contenuto di beta-carotene è essenziale per quella lucentezza giovanile.

Pomodori

Il licopene, il fitochimico che rende i pomodori rossi, aiuta a eliminare i radicali liberi dell’invecchiamento cutaneo causati dai raggi ultravioletti. Il tuo corpo ottiene i nutrienti più schermanti dal sole quando il vegetale viene riscaldato (ora è un ottimo momento per mangiare la pizza o la pasta con la salsa marinara)

Solo una mezza tazza di pomodori cotti o salsa di pasta ha 16 milligrammi di licopene; insieme all’ampia protezione solare, quella dose giornaliera dovrebbe aiutare a tenerti fuori dal rossore.

Tonno

La tua fusione preferita di sandwich ha un piccolo segreto: il selenio. Questo nutriente aiuta a preservare l’elastina, una proteina che mantiene la pelle liscia e tesa. Si ritiene inoltre che l’antiossidante tamponi contro il sole (blocca i radicali liberi creati dall’esposizione ai raggi UV dalle cellule dannose).

L’alto contenuto di acidi grassi omega-3 del tonno aiuta a preservare il collagene, combattere l’infiammazione e mantenere la pelle tonica.

Gli integratori: quando funzionano

 

Hai mai assunto un multivitaminico al primo segnale di un raffreddore, nella speranza disperata che tu possa allontanare la temuta influenza prima che i sintomi in piena regola colpiscano? Sì, siamo stati tutti lì e sappiamo cosa si prova a desiderare risultati in fretta.

Ma quanto tempo ci vuole di solito per notare una differenza dopo aver preso un’integratore?

Dipende davvero da cosa c’è nell’ integratore. Se manchi di minerali e sostanze nutritive, potrebbero essere necessari alcuni giorni per l’integrazione degli integratori. Dall’esperienza personale e clinica, lo iodio può funzionare in pochi giorni. È una grande fonte di produzione di energia grazie alla sua capacità di migliorare la tiroide e il metabolismo, che guida l’energia. Molte persone sono così carenti di iodio che quando iniziano a integrarle notano una differenza di energia e chiarezza mentale in pochi giorni. In generale, ci vogliono dalle tre alle sei settimane per cambiamenti evidenti.

La gravità della tua mancanza determinerà quanto velocemente inizi a sentirti meglio?

Sì, sicuramente. Se hai una carenza evidente, noterai che ti sentirai meglio quando inizi a completare quei minerali mancanti.

E la causa della carenza?

La causa della carenza può essere causata da diversi fattori come una dieta, la digestione, lo stress, l’incapacità di assorbire i nutrienti, lo stato della funzione digestiva, gli alimenti che stai mangiando.

L’ora del giorno in cui prendi l’integratore fa la differenza?

Consiglio ai miei pazienti di prendere gli integratori come prima cosa al mattino con la colazione. Alcuni integratori contengono minerali che aiutano nella produzione di energia, quindi è bello potenziarlo all’inizio della giornata.

Quali alimenti possono inibire l’assorbimento dell’integratore?

È meglio evitare di assumere integratori 30 minuti prima o dopo il caffè. Prendere questo prodotto con il cibo è importante perché, ad esempio, prendere lo zinco a stomaco vuoto può far venire la nausea.

Quali alimenti possono aiutare a integrare l’assorbimento?

È sicuramente importante prendersi cura del proprio intestino perché avere un microflora intestinale sana aiuta ad assorbire i minerali con facilità. È utile prendere un probiotico quotidiano, ridurre lo stress e aumentare l’assunzione di fibre, noci, semi e verdure. Consiglio inoltre di ridurre l’assunzione di glutine, carboidrati raffinati e zucchero raffinato e di assicurare che lo stomaco sia abbastanza acido aggiungendo all’acqua il sidro di mele o il limone.

 

5 errori di trucco che ti fanno venire l’acne

Applichi il trucco con le dita? Questo potrebbe essere un problema

Mentre è comune avere l’acne da adolescente, può essere piuttosto fastidioso (e decisamente imbarazzante) quando si verificano ancora episodi da adulto.

Mentre il tuo primo pensiero potrebbe essere quello di acquistare un trattamento contro l’acne da banco o fissare un appuntamento con il tuo dermatologo, potresti essere sorpresa di scoprire il motivo per cui il brufolo sul mento potrebbe essere correlato al tuo trucco. Abbiamo parlato con alcuni dermatologi e con un truccatore per scoprire gli errori più comuni di trucco che le donne fanno e che potrebbero causare l’acne.

Utilizzo del fondotinta sbagliato

Tecnicamente, la maggior parte del trucco non causa l’acne, ma alcuni ingredienti possono ostruire i pori, il che aiuta a far crescere i batteri che causano l’acne. Si suggerisce l’uso di fondotinta marcati non comedogenici, ipoallergenici o a base di minerali per ridurre il rischio di irritare la pelle o ostruire i pori.

[amazon_link asins=’B009RJLWR0,B00MTO15FE,B015CMHHWE,B000Q305ZQ,B00KLXFUW4,B00WR4HM76′ template=’ProductGrid’ store=’it-1′ marketplace=’IT’ link_id=’951f7de6-dddd-11e8-be1b-1f52108566cd’]

Coprire l’acne con troppo fondotinta

Molti dei miei pazienti coprono la loro acne con fondotinta spesso, e questo in realtà ritarda il processo di guarigione e potrebbe potenzialmente causare un’ulteriore irritazione”, dice la dott.ssa Simona – dermatologa. Quando l’aria non riesce a raggiungere il brufolo, in realtà li stai impedendo di guarire. Se ti capita di schiacciare un brufolo, dovresti evitare di applicare il trucco sul poro aperto per prevenire l’infezione.

Applicare il trucco con le dita

Le tue dita contengono molti germi e possono irritare la pelle se applichi il trucco con le mani. Usa invece un pennello per il trucco o una spugna e puliscila regolarmente.

Utilizzo di pennelli e strumenti sporchi per il trucco

I pennelli e gli strumenti per il trucco devono essere lavati e puliti regolarmente.,

(Pensa: i pennelli umidi sono un terreno fertile per i batteri, e se li fai scorrere sul viso giorno dopo giorno … ma che schifo).

Michela- make-up artist spiega come pulire correttamente i pennelli da trucco. “Tratta i capelli sui pennelli da trucco come i capelli in testa”. Lavali e condizionali una volta a settimana. Non c’è niente come la sensazione di una spazzola morbida sul viso. Come per le spugne trucco, Michela suggerisce di lavarle con sapone e acqua calda e spremerli fino a quando l’acqua non si schiarisce.

[amazon_link asins=’B074W1P72W,B01LZEVB12,B073P2KLC9,B01MATX5LG,B0779ZT4T5,B074Q8C7KD’ template=’ProductGrid’ store=’it-1′ marketplace=’IT’ link_id=’a6bbdaf8-dddd-11e8-b331-df1f63731852′]

Non lavare il viso prima di andare a dormire

Se stai usando solo salviette struccanti per rimuovere il trucco di notte, non stai facendo abbastanza. “È estremamente importante rimuovere completamente il trucco prima di andare a letto. Si consiglia di scambiare le salviette struccanti per gli appositi struccanti o fare una doppia pulizia prima di andare a letto.

 

Perché ho fatto Botox prima dei 30 anni

 

I trattamenti di botulino sono aumentati del 36% dal 2014 al 2015 e il 25% dal 2014, rendendola la procedura cosmetica non chirurgica più popolare sul mercato, anche per i giovani. Il 67% dei chirurghi plastici facciali ha riportato un aumento dei pazienti sotto i 30 anni l’anno scorso.

Ecco alcune cosa da sapere

È preventivo

Le espressioni facciali ripetute creano pieghe nella pelle. La pelle giovane rimbalza da questo tipo di movimento ripetuto, ma il collagene sempre più debole rende più difficile per la pelle tornare alla sua forma originale quando si invecchia, e quelle “pieghe” una volta-temporanee diventano rughe. Il Botox “congela” i muscoli in modo da non poter più sgualcire la pelle, creando linee più profonde. Quindi, anche se sono giovane e non ho più di 30, il “congelamento” di alcune “pieghe” di tanto in tanto potrebbe ridurre la probabilità generale di avere rughe profondi quando sarò più grande.

È una procedura semplice

Il  Botox dura solo da tre a sei mesi. Inoltre, a differenza dei trattamenti laser che lasciano sul viso un po’ di rossore e sei  obbligano a nasconderlo in seguito, il botox non lascia alcun segno, alcuna traccia.

Ti fa sudare di meno

Un effetto collaterale del Botox: attività ridotta nelle ghiandole sudoripare, motivo per cui alcune persone fanno delle iniezioni di Botox anche nella zona delle ascelle se sudano molto.

Le mie espressioni facciali non si sentono limitate

Dopo aver passato circa mezz’ora allo specchio facendo più espressioni facciali, posso confermare che l’unica espressione che ho difficoltà a fare è “le sopracciglia arrabbiate”. Questo ha i suoi aspetti positivi: si è scoperto che il Botox iniettato nella zona degli occhi ha importanti effetti antidepressivi nelle persone che soffrono di depressione. (Si sa che le espressioni facciali influiscono sull’umore, quindi se non riesci ad esprimere completamente la negatività, in teoria ti sentiresti più positivo).

Nessuno lo noterà

Come ho detto, il posizionamento e la quantità sono fondamentali quando si tratta di un aspetto naturale. Pensavo che la dott.ssa sarebbe andata dritto sulla la mia fronte (ecco dove le rughe sono di solito le più severe, giusto?). Ma non l’ha fatto. “Il muscolo frontale (dove è la tua fronte) crea le linee lì”, dice la dott.ssa. Il fatto è che questo muscolo eleva anche le sopracciglia e le mantiene al loro posto. Quindi se lo blocchi, finisci con le sopracciglia abbassate e una fronte dall’aspetto più lungo. Invece, ha iniettato una piccola quantità nella zona tra le sopracciglia, che ha avuto l’effetto di levigare le rughe senza far sembrare il viso innaturale.

Gli iniettabili sono tanto un’arte quanto una scienza. Il senso estetico del tuo medico estetico determina dove iniettare il prodotto, quindi scegli saggiamente il medico estetico.

 

Quali sono esattamente i benefici del tonico per il viso

Potresti non aver usato il tonico da quando avevi 14 anni, quando speravi e pregando avrebbe cancellato magicamente la tua acne. Ma sorpresa! È tornato e migliore che mai!

Cos’è il tonico facciale?

Il tonico facciale è fondamentalmente un passaggio intermedio per la cura della pelle, utilizzato dopo il lavaggio del viso ma prima di idratarlo. Sono stati originariamente progettati per riequilibrare la pelle dopo il lavaggio con saponi e detergenti aggressivi. I tonici sono in genere a base di acqua, anche se alcune formulazioni più recenti sono ibridi di siero di tonico con texture di gel o lozione più consistenti.

Cosa fa il tonico per il tuo viso?

Il tonico per il viso prepara la pelle per idratanti e siero, eliminando l’eccesso di olio in eccesso e lo sporco ostinato o il trucco residuo sul viso dopo averlo lavato. Ma, non sono un rimpiazzo per lavarti il viso – pensa a loro come al credito extra piuttosto che alla scorciatoia della tua routine di cura della pelle.

Ma i tonici riformulati di oggi vanno oltre quel ruolo fondamentale. Sono utilizzati per indirizzare una serie variabile di problemi di pelle – dall’acne alla secchezza all’invecchiamento, quindi un tonico per la pelle grassa potrebbe avere ingredienti che riducono la produzione di sebum, mentre un tonico per la pelle più secca potrebbe avere più idratazione ingredienti.

Chi dovrebbe usare il tonico per il viso?

I tonici variano nei loro ingredienti e proprietà, quindi c’è davvero del tonico là fuori per ogni tipo di pelle. Pelle grassa, pelle secca, pelle sensibile: tutte possono beneficiare di un tonico adatto.

Cosa dovrei cercare in un tonico facciale?

Cercare ingredienti specifici per le tue preoccupazioni. Qualche esempio:

  • Acqua di rose per l’idratazione
  • Camomilla per lenitivo
  • Aloe vera per calmare l’infiammazione e il rossore
  • Vitamina E per l’idratazione
  • Cellule staminali vegetali per proprietà antiossidanti e anti-invecchiamento

Come usare il tonico facciale?

Per fortuna, l’uso del tonico è molto semplice. Bagnare un tampone di cotone con del tonico, quindi farlo scorrere su tutto il viso e il collo. È necessario utilizzare il tonico dopo aver lavato il viso e prima di usare siero o crema idratante. (Puoi anche bagnare le mani con il tonico e tamponarlo delicatamente sulla pelle.)

I tonici possono essere utilizzati due volte al giorno dopo la pulizia, a condizione che la pelle possa tollerare la formulazione. Per formule più astringenti (progettate per la pelle grassa o incline all’acne), si suggerisce di usarla ogni due giorni.